Ivan Vadori

Nato il 27 ottobre 1981, nella città di Pordenone.

Maturità Classica – sperimentazione Brocca presso il Liceo “E. Maiorana” di San Vito al Tagliamento (PN).

Nel 2003 è iniziata la mia carriera giornalistica essendo inviato e autore della trasmissione televisiva FUN.DATE andata in TV tra Veneto e Friuli e Venezia Giulia.

Sono giornalista pubblicista, laureato in scienze e tecnologie multimediali con la tesi “Radio Aut. Grido di legalità nell’era web 2.0″ presso l’Università di Udine.

Ho collaborato con le produzioni del documentario “Aviano, Italia” e del film “Il sole tramonta a mezzanotte”.

Sono stato nel direttivo nazionale dell’associazione Annaviva, unica ass. nazionale in memoria della giornalista Anna Politkovskaja.

Relatore di incontri di formazione volti alla legalità e in difesa dell’art. 21 in diverse scuole primarie e secondarie del Friuli Venezia Giulia e Veneto e presso l’Università di Udine.

Vincitore premio “corti” Pirandello 2009 ad Agrigento.

Moderatore in diversi dibattiti sulla giustizia, immigrazione, mafia.

Attualmente collabora con il Messaggero Veneto, Affaritaliani.it, il Fatto Quotidiano.

Media Assistance dei festival “Le voci dell’inchiesta”, “Rototom Sunsplash”.

Nel 2014 ho ricoperto il ruolo di Direttore Artistico della XII edizione del Festival Eticamente (Teglio Veneto – VENEZIA)

Sono stato impegnato attivamente nel Presidio di Libera “Giancarlo Siani” di Portogruaro (VE).

Il documentario “La Voce di Impastato” è la mia opera prima alla regia.

Nel maggio 2018 in occasione del 40° anniversario della morte dell’attivista Peppino Impastato esce il mio primo libro, omonimo al documentario, corredato dalle foto dell’artista Elia Falaschi (Nuovadimensione Edizioni).